User:

Pass:


Accedi

Vuoi vendere o affittare la tua casa o la tua attività commerciale in poco tempo? Proponi il tuo immobile allo studio RIZZO e sarai ricontattato in breve tempo da un nostro consulente.

1. Informazioni personali

2. Dettagli Immobile

3. Immagine

Seleziona File Modifica File Rimuovi



 Una mini casa rappresenta la soluzione abitativa sempre più apprezzata soprattutto nelle grandi città e nelle megalopoli dove il costo delle abitazioni per metro quadrato sono estremamente costose. Abbiamo già visto che già da molti anni il mercato immobiliare giapponese propone case al centro di Tokyo che hanno una ampiezza di una ventina di mq. Quando si parla di piccole case lo spazio deve essere preso in grande considerazione e deve essere quindi valorizzato in modo tale da poter ottenere il massimo con il minimo. Potrebbe sembrare impossibile ma l’inserimento dei mobili giusti nel posto giusto riesce a modificare in modo sostanziale la vivibilità dell’appartamento. Abbiamo mostrato come i mobili bagno possono cambiare il volto di un bagno piccolo facendolo diventare come per magia una stanza differente. Prima di cominciare a parlare dei vari locali è importante tenere presente che una casa di piccole dimensioni necessita di un punto luce particolare che deve essere in grado di offrire una vista agevole e nello stesso tempo diventare un ottimo elemento di design. Quindi ne deriva il fatto che in base allo stile scelto per i mobili dell'appartamento si dovrà acquistare il candelabro, offre una maggiore luminosità, tenendo presente che è meglio non scegliere i paralumi per avere una maggiore resa.

In primo luogo è necessario rivalutare al massimo gli spazi della mini casa
Sicuramente un punto importante per rendere vivibile un mini appartamento sta nel non sprecare gli spazi perché ogni centimetro è importante. Ma nel far ciò è necessario fare molta attenzione in modo da non sprecare lo spazio che si possiede senza far apparire l’arredamento troppo affollato quasi soffocante. Si va a giocare con le più moderne tecnologie e sperimentazioni architettoniche andando, per esempio, ad installare un letto a scomparsa, soprattutto se si ha la fortuna di avere un tetto abbastanza alto sotto il quale è possibile ottenere un’altra stanza magari per allargare il bagno o per creare un antibagno. Si deve tenere presente che l’installazione di un impianto di domotica riesce a fornire una completa offerta di servizi per l'automazione domestica con tutte le caratteristiche positive che questa comporta. Naturalmente vi sono altre caratteristiche che possono rendere il nostro piccolo appartamento una piccola reggia. Vediamo come è possibile arredare l'appartamento con oculatezza.

Il soggiorno del nostro mini appartamento dovrà essere una piccola ma elegante bomboniera
I mobili attualmente sono creati per andare bene per praticamente tutti i tipi di appartamento e ciò non potrebbe essere differente in quanto vi sono molte soluzioni abitative e tutte devono poter essere ammobiliate in modo appropriato. Il soggiorno è una tra le stanze più importanti della propria abitazione perché è un luogo, soprattutto nelle case di piccole dimensioni, dove si va a passare molto tempo della propria vita perché è quasi sicuramente la più grande in assoluto. Naturalmente è necessario tenere presente che una quando si va ad arredare una mini casa bisogna fare in modo che gli spazi siano calcolati al millimetro altrimenti c'è il rischio che una parte di questi non possano essere installati nella stanza. Il metodo migliore è da incastro quindi andare in vari negozi per riuscire a trovare i prodotti che più si confanno alle proprie necessità. Di solito sono necessari almeno un divano, una libreria ed un pouf. Si può fare a meno del mobile per il televisione poiché può essere installato direttamente sulla parete.

Piccola cucina con grandi prestazioni per la nostra mini casa
Sicuramente non si parla di una vera e propria cucina ma sarebbe più corretto definirlo angolo cottura ma anche in questo caso non si deve pensare che ad uno spazio piccolo debba corrispondere la rinuncia ad una confortevole. E visto che questa stanza sarà molto vicina al soggiorno è meglio scegliere colori che possano essere molto simili tra loro riuscendo ad offrire un fascino particolare a tutto l'ambiente. Gli spazi devono essere molto ben definiti andando a separare molto bene i fornelli dal frigorifero in modo da non costringere l'elettrodomestico a lavorare più del dovuto con conseguenze non particolarmente positive.

La stanza da letto: vediamo come possiamo organizzare questo spazio
Sicuramente il letto è una parte imprescindibile della nostra abitazione quindi si deve cercare il modo di ottenere uno spazio per potersi riposare comodamente. Come accennato in precedenza, se si possiede una casa con muri alti è possibile creare una sorta di piano rialzato, attenzione non un soppalco perché non farà altro che rendere l'ambiente più angusto. Questa struttura potrà facilmente essere utilizzata per creare un bagno visto che sarà abbastanza grande.

Fonte notizia: https://www.notiziarioimmobiliare.it/mini-casa-5309


 L'arredamento in stile coloniale rappresenta un elemento molto importante per la casa andando a rendere le stanze della abitazione una vera e propria avventura. Si deve tenere presente che i componenti del coloniale vanno a narrare una storia particolare nella quale le zone occupate dalle potenze straniere lottarono per avere l'indipendenza. Ciò significa che ogni paese che ha subito la colonizzazione ha apportato qualche elemento particolare a questo stile creando un particolare modo di arredare. La bellezza ed il fascino del coloniale non è solo la possibilità di arredare con fascino la propria abitazione ma anche riprendere ogni aspetto di una determinata area geografica quindi è necessario tenere presente quali siano le scelte più appropriate per l'idea che si aveva nella mente. Ma quanti sono gli stili coloniali presenti nel mondo? Come accennato in precedenza, lo stile coloniale nasce dalla fusione delle culture autoctone con quelle degli occupanti quindi vediamo quali sono gli stili coloniali presenti nel mondo:

area coloniale inglese: è diffuso in tutti i paesi che sono stati occupati da questo popolo quindi gli Stati Uniti d'America e tutti i paesi che attualmente fanno parte del Commonwealth come, per esempio, l'Australia, la Nuova Zelanda, il Canada e molti paesi africani;

area coloniale francese: proviene dalle ex colonie francesi, dove per altro ancora si usa il francese come lingua ufficiale o maggioritaria, quindi buona parte dell'Africa ed alcuni paesi asiatici;

area coloniale ispano-portoghese: in questo caso si parla di tutta l'America meridionale e quasi tutta quella centrale.

Lo stile coloniale negli Stati Uniti d'America

Gli Stati Uniti d'America tendono a conservare un ruolo particolare nello stile coloniale perché le vicende storiche di questo paese hanno fatto in modo da poter essere considerato una vera e propria "anomalia". Nel nord America la cosa è andata diversamente rispetto agli altri luoghi perché lo stile di arredamento si è scontrato con rivendicazioni politiche quindi è nato uno stile assolutamente originale. C'è stata la fusione con lo stile inglese, quello dei nativi americani con un tipo di lavorazione moderna. L'arredamento in stile coloniale statunitense possiede dei determinati canoni che non possono in alcun modo essere ignorati perché estremamente peculiari. I mobili di questo sile si caratterizzano per essere creati in legno duro come il mogano, il noce ed il ciliegio mentre i colori possono essere scuri come il marrone ed il grigio oppure chiari e brillanti come il rosso ed il giallo. Un elemento poi da curare molto è la tappezzeria perché è molto utilizzato non solo nei tendaggi ma anche nei mobili come anche l'uso del metallo, da preferire il peltro, sia per l'illuminazione artificiale, sono indicati lampadari di grandi dimensioni, sia per gli ornamenti. Questo particolare stile coloniale riprende molto l'arredamento delle case inglesi di campagna

Molto diverso da quello statunitense è l'arredamento in stile coloniale africano

Come abbiamo anticipato, lo stile coloniale in Africa è stato caratterizzato soprattutto dai francesi ed in misura minore dagli inglesi ma la cosa che lo differenzia da tutti gli altri sta nel modo con cui i popoli di questo continente si interfacciano con l'arredamento. Troviamo quindi un grande attaccamento alla loro terra molto meno metafisico rispetto a quello di altre zone quindi su una parete in stile coloniale africano sarà più facile trovare appese le corna di animali, piatti decorativi o ventagli. Non ci si deve dimenticare nemmeno dei manufatti del luogo e delle maschere rituali. Sono inoltre elementi molto importanti le lampade da terra e gli specchi senza naturalmente dimenticare che questo è un continente con una natura molto florida quindi sarà opportuno inserire il più possibile vasi in terracotta con varie piante.

Arredamento in stile coloniale orientale: prima l'estetica poi la funzionalità

Tutti noi abbiamo ben presente cosa sia l'estremo oriente e quale fascino riesca a suscitare verso di noi occidentali che guardiamo con occhi sognanti un dedalo di architetture e arredamenti di eccezionale bellezza. Ecco lo stile coloniale orientale vuole stupire e farsi notare in modo da far innamorare di sé chiunque lo ammiri. Le sue sinuose forme ed il corpo solido e sapientemente tornito ma nello stesso tempo leggero composto da legni come il batik, il bambù, il taek e l'olmo d'Oriente riescono ad offrire alla casa un fascino esotico e finemente elegante soprattutto grazie alle tonalità tenui dei colori che vengono adoperati. Anche in questo caso la stoffa riesce a fare la differenza perché le tende ed i cuscini sono un vero colpo d'occhio. I colori della tappezzeria sono molto vivaci andando a contrastare la leggerezza del mobilio in un gioco sapiente di forza e grazia.


Fonte notizia: https://www.notiziarioimmobiliare.it/arredamento-in-stile-coloniale-5322